L'iniziativa

L'iniziativa

Laboratorio di Democrazia, abbreviato a LabDem, è il nome della cogestione dell’Istituto Superiore A. Einstein di Torino, organizzata dagli studenti per gli studenti. L’iniziativa prevede l’interruzione del regolare svolgimento delle lezioni per dar spazio a temi che non è possibile approfondire durante l’orario scolastico ordinario. È così possibile far allontanare, temporaneamente, le menti degli alunni dal regolare programma, per arricchirle culturalmente attraverso laboratori appositamente selezionati.

Il progetto si realizza nella seconda metà dell’anno, occupando tre giornate, suddivise in due fasce orarie ciascuna; gli alunni predispongono laboratori tenuti da professionisti del settore, da esperti interni o esterni all’istituto o addirittura da studenti e studentesse che vogliono mettersi in gioco e dibattere delle tematiche più disparate.

L’iniziativa si presenta dunque come un vero e proprio intermezzo culturale, un momento durante il quale gli studenti si riposano imparando.

La Storia

La storia

Il LabDem nasce nel 2012 come piccolo progetto di un ambizioso gruppo di studenti; il loro obiettivo era cambiare le regole della vecchia scuola, permettendo agli studenti di affrontare tematiche che andassero oltre il programma scolastico ministeriale. Il termine democrazia infatti, non è stato scelto a caso: attraverso dibattiti tra alunni, discussioni sugli episodi più attuali e lezioni incentrate sugli interessi della nuova generazione, è stato possibile creare un ambiente scolastico democratico che permettesse a tutti di partecipare attivamente alla sua organizzazione e al suo svolgimento. Non era dunque presente una figura a capo dell’iniziativa: tutti avevano modo di esprimere la propria opinione, esporre le proprie idee e proporre nuovi laboratori.

Nel corso degli anni il LabDem è stato organizzato da diverse generazioni di studenti che condividevano gli stessi obiettivi e valori. L’iniziativa vanta ad oggi un importante riconoscimento a livello provinciale ed è infatti considerata la cogestione studentesca più grande di Torino.

Gli ospiti

Gli ospiti

L’iniziativa si caratterizza per la vastità di ospiti che sono stati contattati durante le diverse edizioni. Oltre a professori ed esperti interni all’istituto, l’Einstein vanta la collaborazione di importanti associazioni come la Croce Rossa, Unicef, Amnesty International, GreenPeace e Acmos. Tra gli esperti del settore invece, ricordiamo la partecipazione di personaggi importanti quali Matteo Saudino, Andrea Iacomini, il dr. Massimo Gandolfini e Davide Mattiello.

Molti tra gli ospiti delle edizioni passate vengono ricontattati annualmente, stabilendo così un vero e proprio legame con la nostra scuola: spesso infatti, lavoriamo insieme per sfruttare al meglio le potenzialità di un laboratorio proposto, unendo le idee di coloro che insegnano a quelle di coloro che apprendono.

Il sito

V1: le origini

L'inizio del LabDem è stato incerto e con molti ostacoli, soprattutto nella parte organizzativa: laboratori organizzati su pezzi di carta volanti, conti che non tornavano... Insomma, davvero confusionario! Dopo un po' ci è sorta una domanda spontanea: "Perché non rendere il lavoro più semplice? Sarebbe tutto più comodo con un computer come alleato". E fu così che iniziammo ad utilizzare drive, fogli condivisi, script e sondaggi per rendere l'organizzazione, ma soprattutto la diffusione dei laboratori, più agevole. L'idea venne portata avanti fino a quando, nel 2017, due studenti di 5^a, Provino Andrea e Vivone Alessandro, si misero d'impegno per programmare la piattaforma informatica sulla quale stai ora navigando. All'inizio il sito vantava poche funzionalità, ma l'idea di base è tuttora in funzione.

V2: La prima prova

Questo sito, purtroppo, non vide mai la luce. Molte cose non funzionavano ed, inoltre, non era mai stato messo alla prova. Alessandro decise allora di continuare il progetto per rendere il suo lavoro funzionante: l'anno dopo la sua ideazione, nel 2018, si ebbe la prima edizione di Labdem interamente digitalizzata. Prenotazioni, controlli, appelli e tutto ciò che comportava il progetto era interamente gestita dal computer. Questo sito durò per altri due anni, con qualche upgrade di anno in anno, fino a quando una pandemia globale bloccò la realizzazione del progetto.

V3: La nuova versione

Dopo un primo accantonamento, il progetto venne riportato alla luce anche se con delle problematiche. L'attuale sito non era in grado di gestire a pieno i cambiamenti ma, dopo qualche modifica, si riuscì comunque a completare l'edizione. Il primo LabDem da remoto fece emergere quelle che erano le limitazioni e diede l'idea ad un nuovo studente, Riccardo Rosin, di riprendere in mano il lavoro di Alessandro per far fronte alle nuove esigenze del progetto. Così nacque questo sito: esso riprende a pieno l'idea originale ed il design delle pagine, ma aggiunge per gli organizzatori nuove funzionalità e trasforma il sito in un vero e proprio diario di bordo.

Le sedi

Le sedi

L’Istituto d’Istruzione Superiore Albert Einstein comprende quattro diversi indirizzi: Liceo Scientifico tradizionale, Liceo Scientifico opzione Scienze Applicate, Liceo Linguistico e Liceo delle Scienze Umane. Gli studenti si dividono in tre sedi: la sede principale, Via Pacini 28, e le due succursali, Via Bologna 183 e Via Scotellaro 15.

Contatti

  • Via Pacini 28, TO 10154, IT
  • supporto@labdemeinstein.com
  • 3313204053